×

Fattoria Santa Lucia

Pontedera

La memoria dei vigneti presenti sui terreni della nostra azienda si perde nel tempo. Opere ottocentesche affermano con precisione che già dopo l’anno Mille si trovavano su quel fertile terreno tra Montopoli e il lato di scirocco di Pontedera, insieme a ‘rigogliose piante di ulivi‘ molte viti e non solo, come allora di uso, maritate a ‘loppi su terrazze‘, ma disposte a filari continui. L’eccellenza del vino prodotto è localmente riconosciuta per antica tradizione.Ci ha raccontato un nostro anziano contadino, la cui famiglia ha per generazioni tenuto a mezzadria il podere Roma (altopiano centrale tra i tre esistenti), che il vino prodotto veniva acquistato in pianta, prima della vendemmia e che i mediatori locali ne stabilivano il prezzo mediante una specie d’asta.

La vendemmia è manuale in cassette, tradizionalmente inizia con la raccolta del Ciliegiolo a fine Agosto, prosegue con il San Giovese e termina agli inizi di Ottobre con il San Colombano. La vinificazione avviene in tini di acciaio con fermentazione rigidamente controllata a 28° – 29° e macerazione delle bucce per circa due settimane, a seconda delle annate.

I nostri vini migliori sono fatti riposare e invecchiare in barrique e tonneau di pregiato rovere francese, per poi continuare il loro processo di maturazione in bottiglia dove vengono affinati secondo i sapienti dettami dell’enologo Francesco Bartoletti, che ne decide i tempi e i tagli.La fattoria di Santa Lucia partecipa dal 2003, al progetto di valorizzazione dei vitigni minori toscani presso il polo scientifico dell’Università di Pisa fornendo servizi per i vitigni autoctoni, in particolare il clone Ciliegiolo per cui alcuni filari sono direttamente gestiti dalla facoltà di agraria.

3203159971
cantina@fattoriasantalucia.it
via di san gervasio pontedera

products_categories